Squadra agonistica CVS: il consuntivo del 2017

Squadra agonistica CVS: il consuntivo del 2017

Chiusi gli impegni della squadra agonistica del CVS per il 2017, abbiamo voluto sentire l’allenatore Bruno Rossi per fare un consuntivo della stagione appena conclusa e per parlare un po’ anche del futuro.

“La stagione è stata positiva e siamo soddisfatti dei risultati raggiunti dai ragazzi e dalle ragazze con gli RS Feva nel 2017.  Abbiamo confermato l’ottimo livello raggiunto e semmai possiamo dire che in qualche occasione non abbiamo avuto fortuna, altrimenti avremmo potuto fare anche meglio”.

Iniziamo dai ragazzi. Francesco Ferri e Nicola Bolognini in particolare erano attesi ad una conferma dopo le numerose vittorie dell’anno precedente.

“Sì, i risultati di Ferri e Bolognini sono valsi al primo anche la convocazione a rappresentare l’Italia nell’evento dimostrativo in occasione dell’America’s Cup alle Bermuda. Peccato che Nicola avesse superato i limiti di età per partecipare. Nel corso dell’anno hanno confermato il proprio livello chiudendo al secondo posto del ranking nazionale, nonostante non abbiano partecipato a tutte le prove. Come dicevo, la fortuna non ci ha aiutati: Ferri e Bolognini sono ormai un equipaggio relativamente pesante per gli RS Feva, a loro agio con vento sostenuto, invece le gare si sono spesso svolte in condizioni di vento debole che un po’ li penalizzano.

Questo vale anche per il Campionato Italiano Giovanile di Dervio dove peraltro hanno chiuso al quarto posto (e avrebbero probabilmente vinto comunque se non avessero preso una squalifica). Comunque in generale credo che possiamo essere soddisfatti. In crescita anche l’altro nostro giovane atleta Riccardo Carnelli, che nel 2017 ha regatato in coppia con un ragazzo di un altro circolo, facendo vedere ottime potenzialità”.

Anche le ragazze hanno fatto molto bene…

“Esatto. Francesca Pizzuto e Rebecca Pezzoni hanno anche vinto lo zonale femminile. E anche per loro vale il discorso del peso e delle condizioni del vento: infatti sono ormai grandi per regatare su RS Feva e si preparano a cambiare barca”.

Appunto. Parliamo del futuro. Cosa si sta preparando per queste giovani speranze del CVS?

“In generale nel 2018 si prospetta il naturale passaggio ad una barca più grande. Tra 29er, RS500 e 420 sembra probabile un orientamento verso quest’ultimo, che per svariati motivi dovrebbe dare le migliori possibilità di continuare l’evoluzione, sia per i ragazzi che per le ragazze”.

E per quanto ti riguarda, continuerai a seguire la squadra?

“Purtroppo no. Dopo molte riflessioni e dopo tanti anni come allenatore ho deciso a malincuore di smettere, per concentrarmi sul mio lavoro. Non mi era più possibile conciliare le due cose e una scelta era inevitabile. Magari cercherò di tornare a regatare un po’ anche io, con il 470”.

Il CVS non può che ringraziare Bruno per la dedizione con cui ha lavorato in questi anni, con la certezza che quanto ha “seminato” continuerà a crescere e maturare nella passione che i suoi allievi porteranno ancora per anni sui campi di regata.