Aggiornamento FIV sull’emergenza Coronavirus

Aggiornamento FIV sull’emergenza Coronavirus

“Egregi,

a seguito della pubblicazione del DPCM del 4.3.2020 in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e ritenuto necessario disciplinare in modo unitario sul territorio nazionale gli interventi di limitazione o cancellazione delle attività sportive che questa Federazione ha in atto , ritengo doveroso informarVi d’aver assunto, d’intesa con il Consiglio Federale e la nostra Dirigenza Territoriale, la decisione di sospendere le Attività di Formazione a carattere zonale e le Manifestazioni Ufficiali a calendario Nazionale e Zonale fino a tutto il 22 Marzo prossimo.

La decisione, sofferta, tiene conto della preoccupazione per la tutela sanitaria dei nostri Tesserati, della responsabilità in capo alle Associazioni Sportive, della non omogenea possibilità partecipativa agli eventi a calendario nazionale, delle diverse realtà sanitarie provinciali e regionali e delle disposizioni governative nazionali e regionali in vigore. Non ultima la disposizione prevista nell’art.1 lett. c) del DPCM del 4.3.2020 che impone “a mezzo del proprio personale medico…..controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori” partecipanti agli eventi, che responsabilizzando Le Associazioni e Società sportive affiliate, nel mettere in atto obbligatoriamente tutte le azioni di controllo, di fatto , almeno nell’immediato, rende quasi impossibile gestire, nel rispetto del DPCM, l’organizzazione di eventi sportivi, nell’ambito della nostra disciplina.

Nel contempo si invitano le Associazioni e le Società affiliate, ove ritengano proseguire negli allenamenti degli atleti agonisti, a predisporre, a mezzo del proprio personale medico, le azioni di controllo di cui all’art.1 lett. c) del DPCM del 4.3.2020 sopra richiamate.

Proprio al fine di supportare le Associazioni affiliate in questo nuovo obbligo, ho dato mandato di istituire un tavolo tecnico permanente che possa accompagnare, già dalle prossime ore, le nostre Società affiliate, nel definire, quelli che sono gli obblighi, indicati nel DPCM, circa i controlli da effettuare e i comportamenti da tenere, visto anche che la validità di tale obbligo, è sancito dal DPCM sino a tutto il 3 APRILE 2020. Credo sia molto importante in questi momenti, fare squadra, ed affrontare questo difficile momento per il Paese, che non rende immune tutto il mondo dello sport, con senso di responsabilità e compattezza.

Pertanto già dalle prossime ore predisporremo, in accordo con le Istituzioni competenti, un vademecum di quali siano i controlli da effettuare e tutte le contromisure che possiamo attuare, al fine di far riprendere l’attività nel totale rispetto delle norme e garantendo il più possibile la salute dei nostri tesserati.

L’avvenuta, parallela, chiusura delle Scuole d’ogni ordine e grado, disposta dal Ministero a tutto il 15 Marzo, resta un riferimento a cui guardare ed ispirarsi.

Si rammenta altresì che lo svolgimento delle attività di base, quale scuola vela e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre e centri sportivi di ogni tipo, sono ammesse esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d) del DPCM del 4.3.2020.

E’ certo che dobbiamo prepararci ad una situazione mutevole anche in tempi brevi e su questo chiedo la collaborazione di tutti voi, in attesa che la situazione gradualmente migliori per tornare presto alla normalità.”

Tratto da :

http://www.federvela.it/news/2522-comunicato-su-emergenza-covid-19.html?fbclid=IwAR0N7BOGVQONbzVZms0k9zzjl3B8vFXG73CYibaFuZnIqG8NR-nOr_lKE1k